Canone concordato

Il nuovo Accordo Locale, valido a partire dal 14 dicembre 2015, presenta le seguenti novità, rispetto a quello sottoscritto nel 2012:

1. i canoni massimi al mq/anno, per le due zone e le tre fasce,  sono aumentati di € 5,00;

2. la fascia massima, può essere attribuita anche alle categorie catastali A3;

3. la superficie degli alloggi di metrature più ridotte (fino a 50 mq e da 50 mq a 70 mq), ai fini della determinazione del canone concordato, possono essere incrementate rispettivamente del 25% e del 20%;

4. ad esclusione delle classi F e G, ogni incremento di classificazione energetica (da E ad A4) consente un aumento del canone di 1,5% fino ad un massimo del 12%, per incentivare ogni possibile miglioramento.

A livello nazionale, è prevista una riduzione della cedolare secca dal 21% al 10%.

Per quanto riguarda l’imposta municipale propria (IMU), con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 20 luglio 2015, è stata confermata la riduzione dell’aliquota applicabile agli alloggi locati a canone concordato, da 1,06% a 0,40% vigente dal 2014.

Trattandosi di accordo tra rappresentati dei locatori (proprietari degli immobili) e dei conduttori (locatari o affittuari), in prima istanza si può fare riferimento alle associazioni che hanno sottoscritto l’accordo.

Sono attualmente disponibili:

UPPI – Sede di Monza, Via Val Cismon n. 7

rag. Marco Peretti (recapito telefonico 039/2722287)

ASPPI – sede di Seregno – Via Medici n. 14

avv. Vittorio Viganò (recapito telefonico 0362/234435)

Ragioneria
Tel: 0362 396275
Fax: 0362 75252
Email: ragioneria@comune.meda.mb.it
Per eventuali informazioni generale e relative alle modalità per usufruire dell’aliquota agevolata, si può fare riferimento, a:
Dirigente Area Risorse Finanziarie: dott.ssa Sara Corbetta – telefono 0362/396270
Comune di Meda
NON TUTTI SANNO CHE:
Il Consiglio Comunale ha approvato la riduzione dell’aliquota IMU applicabile agli alloggi locati a canone concordato a 0,40%.

Considerata inoltre la riduzione del 75% dell’imposta dovuta prevista dalla Legge di stabilità 2016 l’aliquota è stabilita al 0,30% per l’anno 2016 e confermata anche per il 2017 e 2018. Si ricorda di presentare dichiarazione IMU, per non perdere il diritto alla riduzione, allegando il contratto di locazione entro il 30 Giugno dell’anno successivo.

Articoli simili

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi