Progetto di riqualificazione area ex Medaspan

Informazioni Generali

  • 13/11/2020 - 13/12/2020
  • Comunicato stampa del 13 novembre 2020

Al via le operazioni preliminari alla riqualificazione dell’area “ex Medaspan”: dopo l’adozione del Piano AT1 da parte della Giunta comunale, avvenuto nella seduta svoltasi in videoconferenza lunedì 9 novembre, finalmente ha preso avvio la riqualificazione della vasta superficie (44.840 mq) che rappresentava da oltre vent’anni un esempio di degrado e abbandono.

“Per molti entrando in Meda dalla superstrada – evidenzia il sindaco Luca Santambrogio – era la prima immagine della città: non potevamo più accettare questa situazione. Abbiamo così ripreso il piano approvato nella precedente Amministrazione, lo abbiamo modificato migliorandone l’impatto economico e ambientale sul territorio e stanno già procedendo i lavori di demolizione e bonifica”.

Alle spalle i progetti che prevedevano una grande struttura di vendita che non rientra nei piani dell’attuale Amministrazione comunale, con il nuovo Piano di riqualificazione sorgeranno tre medie strutture di vendita e una piazza pubblica sopraelevata di circa 1.500 mq.

“Complessivamente saranno realizzate opere per oltre 3,2 milioni di euro  non solo funzionali all’area oggetto dell’intervento, ma anche risolutivi per gli aspetti viabilistici legati alla realizzazione del sottopassaggio delle Ferrovie Nord che l’Amministrazione comunale di Meda ha ottenuto che venga finanziato completamente da Regione Lombardia lungo le vie Seveso e Cadorna.”

“Oltre all’area in oggetto, Meda trarrà ulteriori vantaggi”,  conclude il Sindaco. “Nelle casse comunali entreranno 1.855.000 euro all’atto della firma della convenzione, oltre agli oneri ancora da stimare, mentre l’operatore destinerà ulteriori 1.477.500 euro ad opere che il Comune ha deciso di concentrare per la riqualificazione di corso Matteotti. Inoltre,  a pieno regime, le nuove strutture creeranno più di 200 nuovi posti di lavoro”.

Ora seguiranno i passaggi di legge che porteranno al nuovo passaggio in Giunta per l’approvazione definitiva e la successiva sottoscrizione della convenzione

torna all'inizio del contenuto