MedaTeca, “Festeggia con noi i nostri primi dieci anni”

Informazioni Generali

  • 23/03/2022
  • Comunicato stampa 23 marzo 2022

MedaTeca non è semplicemente una biblioteca: da dieci anni, ovvero dal giorno della sua inaugurazione avvenuta il 1 aprile 2012, è un polo culturale che offre le sue attività e i suoi servizi non solo alla cittadinanza medese ma a tutto il territorio brianzolo, rappresentando un fondamentale centro di aggregazione e di promozione di manifestazioni e di eventi.

E la sua vitalità non è venuta meno neanche nell’ultimo biennio pandemico: sfruttando le possibilità digitali e da remoto, e quelle offerte a singhiozzo dalle riaperture, sono proseguite, certamente in mezzo a mille difficoltà, le attività di prestito, le presentazioni di libri e tutto quanto è stato possibile organizzare.

Ora, mentre si è tornati lentamente ad una certa normalità, vi è l’occasione di festeggiare l’importante anniversario con un ricchissimo cartellone che comprende prestigiosi nomi dell’editoria e numerose iniziative che valorizzano tante proposte di vari generi culturali. La presentazione oggi alla stampa e venerdì 1 aprile in una tavola rotonda che coinvolgerà autorità e esperti del settore, a partire da chi ha progettato spazi e organizzazione della biblioteca.

 

Dal 1 aprile 2012 ad oggi, dopo due anni di pandemia

“Contribuii come assessore alla Cultura e ai Lavori Pubblici alla progettazione e alla realizzazione di questo gioiello della vita culturale della nostra città”, evidenzia il sindaco Luca Santambrogio. “Ne sono profondamente orgoglioso, perché la MedaTeca rappresenta proprio un gioiello sia da un punto di vista architettonico, grazie al progetto di Alterstudio Partners, sia per la capacità di essere stato in questi dieci anni una vera e propria “piazza del sapere” grazie all’impegno del personale e alle molteplici collaborazioni con le associazioni presenti sul territorio”.

 

“Veniamo da due anni difficili”, sottolinea l’assessore alla Cultura Fabio Mariani, “ma possiamo ritenerci comunque soddisfatti delle attività svolte: siamo riusciti a mantenere un numero elevato di utenti attivi complessivi (circa 10.300, con un calo del 20% rispetto al 2019 e pari a quello di dieci anni fa), di prestiti (poco meno di 40.000 nel 2020 e nel 2021, circa la metà degli anni precedenti), a cui vanno sommate le possibilità concesse dalle modalità digitali e online (circa 2.000 prestiti e 17.500 consultazioni digitali nel 2020), a garantire il servizio con le scuole e anche a organizzare varie attività come le presentazioni di libri con gli autori. E oggi, uscendo finalmente dall’emergenza, presentiamo il ricco cartellone che degnamente festeggerà nelle prossime settimane i dieci anni della MedaTeca”

10 anni di MedaTeca, il cartellone delle iniziative

“Gli appuntamenti”, prosegue Mariani, “interessano tutte le fasce di età e comprendono presentazioni di libri con gli autori, letture, conferenze, mostre, spettacoli, concerti”.

“Una dozzina sono i titoli presentati: si va dalle quattro serate organizzate con la libreria  Un mondo di libri che porteranno a Meda autori quali Franco Cardini, Piero Dorfles, Toni Capuozzo e Fausto Biloslavo, alla presentazione di volumi storici che ripercorrono le gesta del Corpo degli Alpini e si soffermano sulla figura di Eugenio Corti, a cui sono dedicati anche un recital e una mostra realizzata in collaborazione con la Comunità Pastorale Santo Crocifisso di Meda. Il futuro del design è inoltre al centro di un libro scritto da Filippo Berto.”

Numerosi saranno i momenti di lettura e di animazione pensati per i bambini e le loro famiglie (come le letture animate di Carla Giovannone, di Claudio Milani e di Silvia Figini, lo spettacolo di narrazione di Alice Bossi, la presentazione di cinque libri per l’infanzia). Da segnalare anche un appuntamento sportivo con il libro di Nicola Calzaretta “Le cose perdute del calcio”.

 

Il nuovo spazio 0-3 anni e il focus dedicato ai Teens

Nelle giornate dedicate al Decennale è prevista anche l’inaugurazione di un nuovo spazio riservato alla fascia di età 0 – 3 anni.

Particolare attenzione viene riservata ai “Teens”, a cui è già riservato un intero piano della MedaTeca e a cui sono dedicate alcune iniziative per accrescere la loro passione per la lettura.

 

“Considerato anche il successo editoriale riscosso negli ultimi anni tra i ragazzi dal graphic novel (romanzo a fumetti)”, illustra l’assessore alla Cultura, “abbiamo avviato nel corso del 2021 azioni mirate ad analizzare e divulgare il linguaggio e la grammatica del fumetto. Proseguendo su questa linea, grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale Hamelin di Bologna, proponiamo una serie di incontri sul tema “giovani e lettura”, strutturati secondo metodologie partecipate e rivolti a tutti gli operatori che, a diverso titolo, incrociano le vite dei ragazzi: insegnanti, bibliotecari, operatori culturali, educatori.

Il percorso, che prevede due incontri iniziali sul fumetto e tre il prossimo autunno sulla narrativa per adolescenti e giovani adulti, è inaugurato da un incontro dove il sociologo Stefano Laffi introdurrà l’argomento, soffermandosi in particolare sul rapporto fra giovani e cultura”.

Da segnalare inoltre sul tema “Fuori di (Meda)teca”, un concerto con le sigle dei cartoni animati più famosi degli anni ‘80 e ’90 a cura di Kartunia, e “L’arte dei Dotti”, un’esposizione di opere di due artisti medesi che si confrontano con l’arte dell’illustrazione tradizionale e digitale di fumetti e videogiochi.

 

Lo svolgimento di quest’ultima iniziativa, come l’apertura serale straordinaria del 2 aprile, sarà possibile grazie al prezioso apporto degli Amici della Medateca, associazione che affianca la Biblioteca in numerose attività fra cui i sempre apprezzati mercatini dei libri usati.

In nome della Lettura sarà arricchito l’arredo urbano.

Una nuova scultura in Medateca

In città verranno posizionati dei manufatti che ribadiranno il valore della lettura. Verranno posate tre “panchine letterarie” in cemento decorate in collaborazione con associazioni (fra cui Ragazzi del Palio e Sigmund) e giovani artisti locali, mentre saranno posizionate casette per i libri – bookcrossing realizzate dagli studenti del CFP Terragni, da un’idea di Amici della Medateca, Brianza Domani e Circolo XX Settembre. In Medateca verra posata la scultura “Il Silenzio” donata dall’artista Ilir Silani.

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

Allegato

torna all'inizio del contenuto

Contattaci