Imposta municipale propria – IMU 2018

Imposta municipale propria –  IMU 2018

Dal 1 gennaio 2014 è in vigore l’imposta unica comunale – IUC nella componente di natura patrimoniale denominata IMU – Imposta Municipale Propria;

La disciplina dell’IMU per il Comune di Meda è contenuta nel regolamento comunale di applicazione del tributo e con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 31 Marzo 2016, sono state stabilite le aliquote per l’anno 2016, confermando quelle dell’anno precedente e  precisamente:
Tali aliquote e relative detrazioni e/o riduzioni sono confermate anche per gli anni 2017 e 2018

  • 0,40 per cento – per i fabbricati adibiti ad abitazione principale ed una (1) sola pertinenza per ogni categoria C/6 – C/2 – C/7 per le abitazioni in categoria catastale A/1 – A/8 – A/9 e detrazione stabilita in euro 200,00;
  • 0,30 per cento – Immobile destinati ad abitazione principale con contratti di affitto a canone agevolato (Art. 2 c.4 L. 431/1998). Ulteriore riduzione al 75% dell’aliquota stabilita dal Consiglio Comunale al 0,40 per cento.
  • 0,53 per cento – Unità immobiliare in categoria “A” adibite ad abitazione principale con le relative pertinenze in categ. C/2-C/6-C/7 concesse in uso gratuito a parenti in linea retta di 1° grado (genitori/figli -figli/genitori) oppure con indicatore reddituale del proprietario dell’immobile  ai fini ISEE inferiore a € 30.000,00.
  • 0,85 per cento – Unità immobiliari in categoria C/3;
  • 1,06 per cento – Altri fabbricati;
  • 1,06 per cento – Aree fabbricabili – terreni

SI RICORDI ANCHE:

A partire dell’anno 2016 con una modifica intervenuta sul D.L. 201/2011 è possibile ottenere una riduzione del 50% della base imponibile ad aliquota ordinaria (10,60 per mille) sulla abitazione e pertinenze concesse in comodato d’uso gratuito.   Per ottenere l’agevolazione sono necessari alcuni requisiti (leggi …..)
La riduzione al 75% dell’imposta dovuta per gli immobili locati a canone concordato. In relazione alla specifica fattispecie si fa presente che l’amministrazione comunale in data 14.12.2015 ha sottoscritto “l’Accordo locale per il Comune di Meda” per la stipula dei contratti a canone concordato ai sensi della Legge n, 431/1998 (aggiornamento del precedente accordo locale del 2012). Pertanto con applicazione di tale riduzione aliquota fissata al 0,30 per cento. (leggi…..)

BASE IMPONIBILE

È dovuta per l’anno solare proporzionalmente alla quota di possesso o di diritto e deve essere calcolata sulla base dei mesi di possesso durante l’anno; il mese durante il quale il possesso è protratto per almeno 15 giorni è considerato per intero.

L’imposta si determina applicando al valore degli immobili le aliquote previste.
Fabbricati – Il valore è dato dalla rendita catastale, aumentata del 5%, moltiplicata per i seguenti coefficienti:

160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (escluso categoria A/10) – C/2 -C/6 – C/7
140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e categorie C/3 – C/4 – C/5
80 per la categoria D/5 – A/10
65 per la categoria D (esclusi fabbricati categoria D/5)
55 fabbricati di categoria C/1
Aree fabbricabili – Valore venale in comune commercio al 1 Gennaio dell’anno di imposizione.

MODALITA’ E TERMINI DI VERSAMENTO PER L’ANNO 2018

Il pagamento deve essere effettuato tramite modello F24, in due rate le cui scadenze sono:

– 18 giugno – versamento in acconto pari al 50% del tributo dovuto per l’intero anno con le aliquote deliberate per l’anno precedente (le medesime);
– 17 dicembre – versamento a saldo del tributo dovuto per l’intero anno.

E’ disponibile per il calcolo dell’imposta e per la stampa del relativo modello F24 per il pagamento il servizio on line Calcolo IMU 2018

I versamenti vanno effettuati procedendo all’arrotondamento per difetto fino a 49 centesimi e per eccesso se superiore (1,49=1,00 – 1,50=2,00).
Il versamento non andrà effettuato se l’importo totale annuo non è superiore a 12,00 €

I modelli F24 sono a disposizione presso le banche e gli uffici postali. I versamenti di F24 di importo superiore a 1.000,00 euro devono essere effettuati obbligatoriamente tramite il servizio telematico dell’Agenzia delle Entrate o dagli intermediari convenzionati.

Il codice catastale del Comune è F078.

ELENCO CODICI TRIBUTO – IMU

3912 IMU Comune abitazione principale e relative pertinenze (abitazioni classificate A/1 – A/8 – A/9)

3916 IMU Comune per le aree fabbricabili

3918 IMU Comune per gli altri fabbricati

3930 IMU Immobili ad uso produttivo gruppo catastale D Incremento Comune

3925 IMU immobili ad uso produttivo gruppo catastale D – Stato

ULTERIORI NOTIZIE

Gli immobili dichiarati inagibili vanno opportunamente dichiarati e verranno verificati dall’Ufficio Tecnico Comunale (come in sede di applicazione I.C.I.). Su tali immobili è possibile usufruire della riduzione al 50% della base imponibile.

Anche per gli immobili dichiarati a carattere storico o artistico come riferimento art 10 D.to Lgs N. 42/2004 la base imponibile è ridotta al 50%.

RAVVEDIMENTO

Nel caso di pagamento del tributo oltre la scadenza è possibile, avvalersi, dell’istituto del ravvedimento operoso.

Sono possibili diverse tipologie di ravvedimento operoso:

1) Ravvedimento sprint: entro 14 giorni di ritardo sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (fino al massimo del 2,80%)

2) Ravvedimento breve: da 15 a 30 giorni di ritardo sanzione del 3%

2) Ravvedimento breve: da 31 a 90 giorni di ritardo sanzione del 3,3%

3) Ravvedimento lungo: oltre i 90 giorni di ritardo sanzione del 3,75% e fino a un anno dalla scadenza

Sull’imposta dovuta andranno inoltre calcolati gli interessi giornalieri nella misura del 0,10% annuo fissati dal 1.1.2017 e del 0,30% annuo dal 1.1.2018

Anche per il ravvedimento operoso si può utilizzare il servizio di calcolo on-line IMU Com messo a disposizione.

DICHIARAZIONI IUC (IMU/TASI)

Con decreto del 30 Ottobre 2012 è stato approvato il modello e le relative istruzioni per la dichiarazione IMU

Per l’anno 2017 le dichiarazioni IUC (IMU/TASI) devono essere presentate entro il il 30 Giugno 2018. Le dichiarazioni devono essere presentate per tutte le variazioni, che non sono direttamente rilevabili d’ufficio (quali ad esempio: riduzioni /agevolazioni d’imposta – valore terreni /aree fabbricabili ).

Le dichiarazioni ICI presentate restano valide anche per IUC/IMU se non si sono verificate variazioni rispetto alla precedente tassazione.

I modelli di dichiarazione sono utilizzabili per tutti i Comuni italiani e sono a disposizione dei contribuenti. In ogni caso è possibile scaricare il modello e le istruzioni dal sito del Ministero dell’economia e delle finanze – www.finanze.it anche in versione PDF editabile

Si ricorda infine che a Meda la TASI – Tassa sui servizi non si applica dall’anno 2016.

Meda, Aprile 2018

Allegati

Articoli simili

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi