Coronavirus: DPCM del 13 ottobre 2020

Informazioni Generali

  • 14/10/2020 - 13/11/2020
  • Nuove prescrizioni

Con l'entrata in vigore del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13/10/2020 , a partire dal 14 OTTOBRE 2020 entrano in vigore nuove prescrizioni che avranno validità fino al 13 NOVEMBRE 2020.

Ecco un riassunto con le principali prescrizioni:

Mascherine

  • OBBLIGATORIO sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine), nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande;
  • Non sono obbligati a indossare la mascherina chi fa sport, i runner, chi fa jogging, i bambini sotto i sei anni e chi soffre di patologie incompatibili con l’uso della mascherina.
  • Obbligatorio avere la mascherina per chi passeggia nel parco.

Casa

  • Forte raccomandazione nell'evitare di ricevere in casa più di 6 familiari o amici con cui non si conviva per cene o feste;

  • Raccomandazione ad indossare in casa la mascherina in presenza di amici o parenti non conviventi.

Scuola

  • Vietate le gite scolastiche e i progetti di scambio e gemellaggio;
  • Consentite le attività inerenti percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio.
  • Si alle lezioni in presenza per le scuole superiori.

Sport

  • VIETATI gli sport amatoriali di contatto (calcetto, basket, ecc...), ivi comprese tutte le gare e competizioni connesse.
  • Consentiti gli sport di contatto solo per le società professionistiche;
  • Possono continuare le proprie attività tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte al Coni e al Comitato paraolimpico, comprese le palestre, che dovranno continuare a rispettare i protocolli fissati dalle rispettive federazioni.
  • È permessa la partecipazione del pubblico alle competizioni sportive «con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori» all’aperto e 200 al chiuso. Rimane l’obbligo per i responsabili degli impianti di far rispettare le distanze di sicurezza e di misurare la temperatura all’ingresso.

Bar e Ristoranti

  • Chiusura delle attività alle ore 24;
  • Dopo le ore 21 divieto di consumare in piedi, verranno serviti solo i clienti seduti ai tavoli al chiuso o all'aperto.
  • Permesso come in passato ogni servizio di asporto, purché la consumazione non si svolga davanti al locale dopo le 21.

Concerti e Cinema

  • Gli spettacoli all’aperto non subiscono variazioni rispetto alle precedenti disposizioni, in particolare restano invariati i limiti di 200 persone per gli eventi al chiuso e di 1.000 all’aperto, sempre nel rispetto delle regole di distanziamento sociale.

Discoteche e Feste

  • Restano chiuse le discoteche e le sale da ballo;
  • Vietate tutte le feste private al chiuso o all'aperto.

Fiere e Cerimonie

  • Concesse fiere e congressi, fatte salve le regole già in vigore su distanziamento sociale, protezioni e igiene.
  • Le cerimonie civili e religiose, dai matrimoni ai funerali per esempio, sono concesse con la partecipazione di massimo 30 persone.
torna all'inizio del contenuto