Progetti di pubblica utilità e percettori di reddito di cittadinanza: una realtà che a Meda compie un anno

Informazioni Generali

  • 14/09/2022
  • Comunicato Stampa del 14 settembre 2022

“Percettori di reddito di cittadinanza impiegati in lavori socialmente utili. Se ne parla molto, in alcuni casi sono solo frasi scritte su fogli di carta, in altri si sta partendo ora. A Meda siamo operativi su questo fronte ormai da un anno”.

Così il sindaco Luca Santambrogio ricorda che giusto un anno fa, esattamente il 13 settembre 2021, venne approvata dalla Giunta da lui presieduta la deliberazione che fissava i paletti per l’individuazione degli ambiti d’intervento e dei progetti finalizzati all’impiego dei beneficiari del reddito di cittadinanza.

In particolare da allora sono stati avviati, impiegando 17 persone, progetti negli ambiti del decoro della città, della cultura e della vigilanza.

“Qualche esempio? Fra le mansioni attribuite negli ultimi 365 giorni possiamo annoverare l’attività di apertura e di chiusura dei parchi cittadini di proprietà comunale, compresa l’igienizzazione dei giochi e delle panchine, il supporto all’organizzazione di eventi culturali aperti al pubblico, il controllo dei green pass in alcune manifestazioni e in alcuni luoghi”, precisa il Sindaco.

I buoni risultati ottenuti hanno indotto l’Amministrazione a confermare i progetti in essere e a vararne di nuovi:

“I nuovi ambiti in cui i percettori del reddito di cittadinanza verranno impiegati in futuro saranno attività rivolte agli anziani, di supporto agli uffici e a sostegno della comunità”.

torna all'inizio del contenuto

Contattaci