Tributo sui servizi indivisibili (TASI) – Anno 2015

Il tributo è destinato a finanziare i servizi indivisibili assicurati dal Comune (manutenzione strade, verde pubblico, illuminazione pubblica, sicurezza ecc:).

La disciplina della TASI per il Comune di Meda è contenuta nel regolamento comunale di applicazione del tributo e nella deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 20 luglio 2015, con la quale sono state approvate le aliquote per l’anno 2015.
Con gli atti sopra citati il Comune di Meda ha deliberato, per l’anno 2015 la seguente aliquota:

  •  3,3 per mille sulle abitazioni principali e sulle relative pertinenze, limitatamente ad una per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7,  confermando l’aliquota applicata nell’anno  2014.
    Sono pertanto tenuti al pagamento della TASI solo i proprietari – e i titolari dei diritti reali di godimento (diritti di usufrutto, uso, abitazione e superficie) – degli immobili adibiti ad abitazione principale, intendendosi tale quell’immobile nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Dall’imposizione TASI sono ESCLUSE le abitazioni principali in Categoria A/1 – A/8 – A/9 ed una sola pertinenza per ciascun tipo di categoria C/2 – C/6 – C/7, che rimangono soggette a IMU con l’aliquota di base del 4 per mille e relativa detrazione di euro 200,00.

DETRAZIONI

E’ stata  inoltre confermata una detrazione di 150,00 euro per i Contribuenti che abbiano un indicatore della situazione economica (ISEE)  non superiore a 15.000,00 euro.     Per ottenere tale riduzione i Contribuenti interessati dovranno presentare apposita comunicazione all’Ufficio Tributi, entro il 31 dicembre 2015, a pena di decadenza, allegando il relativo modello ISEE.
Il Contribuente può effettuare il calcolo del proprio ISEE  presso qualsiasi centro di assistenza fiscale (CAF).

BASE IMPONIBILE

La base imponibile per il calcolo della TASI è la stessa stabilita per l’IMU e cioè la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per un coefficiente di 160. Al valore imponibile così ottenuto si applica l’aliquota del 3,3 per mille.
Il tributo è dovuto per mesi di possesso; in caso di possesso superiore a 15 giorni il tributo è dovuto per l’intero mese.

MODALITA’ E TERMINI DI VERSAMENTO PER L’ANNO 2015

Il pagamento deve essere effettuato tramite modello F24, in due rate le cui scadenze sono:

  •  16 giugno – versamento in acconto pari al 50% del tributo dovuto per l’intero anno ad aliquota deliberata per l’anno 2014, cioè il 3,30 per  mille;
  •  16 dicembre – versamento a saldo del tributo dovuto per l’intero anno con le aliquote  approvate dal Consiglio Comunale per l’anno 2015, con  l’aliquota confermata del 3,30 per mille.

Non è dovuto il pagamento per importi inferiori ai 12,00 euro annui. I versamenti vanno effetuati procedendo all’arrotondamento per difetto fino a 49 centesimi e per eccesso se superiore (1,49=1,00 – 1,50=2,00).

Il versamento della TASI è effettuato dal Contribuente in autoliquidazione. Ciò significa che è onere del Contribuente effettuare il calcolo del tributo dovuto sulla base della propria situazione contributiva

E’ disponibile il calcolo on-line dell’imposta e la stampa del relativo modello F24, utilizzando il servizio Calcolo Tasi 2015

Per il calcolo eventuale dell’IMU su altri fabbricati utilizzare il servizio IMU-COM

I modelli F24 sono a disposizione presso le banche e gli uffici postali.

Il codice catastale del Comune di Meda è F078.

CODICE TRIBUTO – TASI

3958 TASI Abitazione principale e pertinenze.

RAVVEDIMENTO OPEROSO

E’ possibile in ogni caso avvalersi, in caso di pagamento oltre la scadenza, dell’istituto del ravvedimento operoso.
Sono possibili diverse tipologie di ravvedimento operoso:
1) ravvedimento sprint: entro 14 giorni di ritardo sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (fino al massino del 2,80%);

2) ravvedimento breve: da 15 a 30 giorni di ritardo sanzione del 3%;

3) ravvedimento breve: da 31 a 90 giorni di ritardo sanzione del 3,33%

4) ravvedimento lungo: oltre i 90 giorni di ritardo sanzione del 3,75% e fino a un anno dalla scadenza.
Sull’imposta dovuta andranno inoltre calcolati gli interessi giornalieri nella misura del 1,00% per l’anno 2014 e dello 0,50% per l’anno 2015.

DICHIARAZIONE TASI

Per l’anno 2015 la dichiarazione TASI deve essere presentata entro il il 30 giugno 2016.
Le dichiarazioni devono essere presentate per tutte le variazioni che non sono direttamente rilevabili d’ufficio (quali, ad esempio, diritti di uso-abitazione, utilizzo casa coniugale separazione-divorzio ricovero permanente in istituti ecc…).
Le dichiarazioni già presentate ai fini ICI/IMU restano valide anche per la TASI, se non si sono verificate variazioni rispetto alla precedente tassazione

IMPORTANTE

Anche per l’anno 2015, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno agevolare i Contribuenti provvedendo a quantificare l’importo dovuto, sulla base delle informazioni in proprio possesso, acquisite dalla banca dati IMU e dai versamenti TASI 2014.

Pertanto i Contribuenti  con immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze hanno già ricevuto nel mese di giugno direttamente al proprio domicilio, un’informativa TASI e il modello F24 già compilato per procedere al versamento dell’acconto di giugno.

Per il pagamento del saldo scadente il 16 dicembre verrà inviata nuova informativa e il modello F24 per il pagamento a saldo.

Come ribadito anche nelle comunicazioni precedenti, si raccomanda di porre la massima attenzione ai dati indicati nel quadro degli immobili e nell’indicazione dell’importo dovuto in pagamento a saldo.  Se i dati degli immobili indicati nel quadro denominato IMMOBILI non dovessero corrispondere alla situazione attuale, il Contribuente NON dovrà versare l’importo ivi indicato, ma, per effettuare il pagamento corretto, dovrà ricalcolare il tributo e compilare nuovi modelli F24.
Sarà inoltre tenuto a comunicare all’Ufficio Tributi – con apposita dichiarazione da presentare entro il 30 giugno 2016 – le variazioni intervenute rispetto ai dati indicati nell’avviso.

Per quanto riguarda i contribuenti interessati a presentare entro il 31 Dicembre la richiesta di detrazione Tasi,   dovranno verificare  gli importi indicati nel modello F24 a saldo,  e procedere se del caso al ricalcolo di quanto dovuto, tenendo conto della detrazione di 150,00 euro e dell’eventuale versamento effettuato a giugno.

NORME COMUNALI O SUPERIORI:
Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014)Legge 190/2014 (Legge stabilità 2015)Regolamento di applicazione della tassa 

Meda, 6 maggio 2015

Agg. Luglio 2015

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi