Elezioni Europee 6 - 9 giugno 2024

Descrizione Procedimento

Le elezioni europee del 2024 si terranno nei 27 stati membri dell'Unione europea tra il 6 e il 9 giugno, come deciso dal Consiglio dell'Unione europea. Tutti i Paesi inizieranno però lo spoglio dei voti alle 23.00 del 9 giugno, in modo tale da rendere lo scrutinio una procedura simultanea in tutta l'Unione. Le elezioni europee del 2024 rappresenteranno la decima tornata elettorale per il Parlamento Europeo. Il primo voto risale al 1979.

In Italia si voterà l'8 e il 9 giugno secondo i seguenti orari:

  • sabato 8 giugno dalle ore 15:00 alle ore 23:00
  • domenica 9 giugno dalle ore 7:00 alle ore 23:00

 

Voto assistito

 

A norma dell’art. 55 del T.U. 30 marzo 1957, n. 361 e dell’art. 41 del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570, modificati dall’articolo unico della legge 5 febbraio 2003, n. 17, gli elettori che, per grave infermità, si trovino impossibilitati ad esercitare personalmente il diritto di voto, hanno facoltà di farsi accompagnare da un elettore, scelto volontariamente, purché iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune della Repubblica e in possesso della tessera elettorale permanente (art. 11 del D.P.R. 8 settembre 2000, n. 299).

L’elettore affetto da grave infermità può farsi annotare, sulla propria tessera elettorale, facendone richiesta al Comune di iscrizione elettorale, il diritto al voto assistito.

L’esercizio di tale facoltà è consentito agli elettori nella cui tessera elettorale è inserita l’annotazione del “diritto al voto assistito” e a quelli che presentano una certificazione medica, rilasciata da funzionari medici designati dall’Azienda Sanitaria Locale, che attesti il diritto al voto assistito.

Detta certificazione dovrà essere rilasciata immediatamente e gratuitamente, nonché in esenzione di qualsiasi diritto.

Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

 

Voto studenti fuori sede

Come previsto dall’art. 1-ter del D.L. 29 gennaio 2024, convertito con modificazioni con L. 25 marzo 2024 n. 38, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 74 del 28.3.2024, in occasione delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia per l’anno 2024gli elettori fuori sede che per motivi di studio sono temporaneamente domiciliatiper un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della predetta consultazione elettorale, in un comune italiano situato in una regione diversa da quella in cui si trova il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, possono esercitare il diritto di voto con le seguenti modalità:

  • quando il comune di temporaneo domicilio appartiene alla medesima circoscrizione elettorale in cui ricade il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, gli elettori fuori sede possono votare nel comune di temporaneo domicilio.
  • quando il comune di temporaneo domicilio appartiene a una circoscrizione elettorale diversa da quella in cui ricade il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, gli elettori fuori sede possono votare nel comune capoluogo della regione in cui è situato il comune di temporaneo domicilio. Il voto è espresso per le liste e i candidati della circoscrizione di appartenenza dell’elettore, presso le sezioni elettorali speciali istituite.

Gli elettori fuori sede che intendono esercitare il diritto di voto presentano personalmente, tramite persona delegata o mediante l’utilizzo di strumenti telematici, apposita domanda al comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

La domanda è presentata almeno trentacinque giorni prima della data prevista per lo svolgimento della consultazione quindi entro domenica 5 maggio 2024 ed è revocabile, con le stesse forme previste dal primo periodo, entro il venticinquesimo giorno antecedente la medesima data.

Nella domanda devono essere indicati l’indirizzo completo del temporaneo domicilio e, ove possibile, un recapito di posta elettronica, sarà necessario allegare copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, copia della  tessera elettorale personale, copia della certificazione o altra documentazione attestante l’iscrizione presso un’istituzione scolastica, universitaria o formativa.

L’istanza è scaricabile in calce alla presente pagina web e potrà essere:

  • consegnata a  mano all’ufficio protocollo o all’ufficio servizi demografici negli orari di apertura al pubblico
  • inviata tramite pec a posta@cert.comune.meda.mi.it
  • inviata tramite email a elettorale.leva@comune.meda.mb.it

Dichiarazione disponibilità scrutatori

La Commissione Elettorale Comunale dovrà procedere agli adempimenti relativi alla nomina degli scrutatori da destinare ad ogni seggio elettorale. A tal fine i cittadini iscritti all'albo degli scrutatori di seggio del Comune di Meda o che hanno fatto richiesta di iscrizione all’Albo entro lo scorso mese di novembre possono presentare istanza di manifestazione d'interesse alla nomina, utilizzando il modulo reperibile sul sito istituzionale dell’Ente.

Si sottolinea che l’impegno richiesto  è il seguente:

sabato 08/06: insediamento seggi dalle ore 9:00 al termine delle operazioni

sabato 08/06: operazioni di votazione dalle ore 15:00 alle 23:00

domenica 09/06: operazioni di votazione dalle ore 7:00 alle ore 23:00

Immediatamente dopo la chiusura delle votazioni operazioni di scrutinio.

                                                 
La dichiarazione  deve  essere  presentata all'ufficio elettorale entro e non oltre

 le ore 12:00 del giorno 14 MAGGIO 2024

con una delle seguenti modalità:

  • in forma cartacea inviandola a:  Comune di Meda - Ufficio Elettorale – Piazza Municipio 4  o consegnandola direttamente allo sportello elettorale  - stesso indirizzo

    •  in formato elettronico  inviandola all'indirizzo di posta elettronica: elettorale.leva@comune.meda.mb.it   oppure alla PEC:  posta@cert.comune.meda.mi.it;

    Non saranno ritenute valide le dichiarazioni presentate su modello diverso da quello predisposto o prive dell'indicazione dei dati richiesti e/o mancanti della firma autografa.

    La Commissione Elettorale Comunale effettuerà la nomina degli scrutatori tra coloro che avranno dichiarato la propria disponibilità a svolgere tale funzione per le elezioni in corso.

 

Nel caso gli elettori disponibili fossero in numero superiore ai posti da assegnare, la Commissione elettorale comunale provvederà a ridurre, tramite sorteggio tra tutte le disponibilità pervenute, le domande in soprannumero, fino a ottenere la totale copertura dei posti di scrutatore da assegnare.

Nel caso invece gli elettori disponibili fossero in numero inferiore ai posti da assegnare, la Commissione effettuerà un sorteggio degli scrutatori, tra gli iscritti nel relativo albo, fino alla totale copertura dei posti di scrutatore da assegnare.

 

Iscrizione alle liste elettorali aggiunte per il Parlamento Europeo dei cittadini UE residenti in Italia

I cittadini dell'Unione europea residenti in Italia, compresi i cittadini dei Paesi di recente adesione, possono votare nel nostro Paese in occasione delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, pur non avendo la cittadinanza italiana, previo Istanza da presentare all’Ufficio Elettorale del Comune di residenza 

entro l’11 marzo 2024.

Si rammenta che i cittadini dell’Unione, già iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni europee, possono esercitare il diritto di voto senza dover presentare una nuova istanza

Voto dei cittadini italiani temporaneamente all'estero per motivi di lavoro o studio

I cittadini italiani e i familiari con essi conviventi temporaneamente all'estero (in un Paese membro dell'Unione europea) per motivi di studio o lavoro possono votare presso i seggi elettorali istituiti presso gli uffici consolari o ambasciate. Tale facoltà è subordinata alla presentazione di apposita domanda indirizzata al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti. (articolo 3, comma 3, del decreto-legge n.408/1994, convertito dalla legge n.483/1994)

La domanda dovrà pervenire al Consolato competente per il luogo del temporaneo domicilio entro il 21 marzo 2024 

Informazioni dettagliate potranno essere richieste alle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane presso i Paesi dell’Unione.

torna all'inizio del contenuto

Invia una segnalazione