Meda, città cardioprotetta - implementazione

Il progetto prevede il posizionamento di due defibrillatori semiautomatici esterni e la proposizione di due/tre giornate formative.

Dettaglio del progetto

Proponente: AVIS SEZIONE COMUNALE DI MEDA ODV

Sintesi dell'idea progettuale

L'inaugurazione di due nuovi parchi (intitolati ad Ermanno Olmi e al nostro concittadino Cesare Tagliabue) pone all'attenzione della nostra Associazione la tematica dcl primo soccorso e della rianimazione. Nella previsione di un sempre lmaggior accesso da parte della  popolazione a queste zone  vediamo  la   nccessità,   in modo particolare al Parco Olmi, di attivare un percorso di implementazione del progetto MEDA CITTA' CARDIO PROTETTA con l'installazione di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE).
Il progetto potrebbe vedere il posizionamento appunto di due apparecchiature e, in modo particolare in via Manzoni considerata la vicinanza ad alcuni complessi condominiali, la proposizione di due/tre giornate formative in loco aperte ai residenti. Oltre alla formazione per l'utilizzo delle apparecchiature si potrebbe prevedere anche un mini corso su cosa fare/non fare in caso di piccoli incidenti-infortuni.

Riteniamo poi indispensabile porre l'attenzione anche sulla mancanza di apparecchiature in zona Meda-sud e della necessità di posizionare anche in questo quartiere della nostra città almeno un DAE. Anche e soprattutto in collaborazione con i comitati di quartiere presenti si dovrebbe procedere contestualmente all'attivazione di un progetto di forrnazione come sopra descritto.

Obiettivo/finalità

La duplice idea progettuale è quella di attivare un primo intervento immediato e dare la conoscenza a chi parteciperà agli incontri di come ci si deve comportare, cosa si deve dire, come e quando attivare i soccorsi.

In particolare l’arresto cardiaco è classificabile come una emergenza tempo-dipendente: dal momento in cui si verifica la possibilità di sopravvivcnza diminuiscono del 10% ogni minuto che passa. L’ intervento del cittadino formato risulta quindi fondamentale poiché l’esecuzione del massaggio cardiaco corretto associato all’ utilizzo del deifibrillatore entro 3-5 minuti dal collasso può aumentare le possibiità di sopravvivenza del 50%. La finalità che ci si propone é l Ampliamento di quanto ha avuto inizio nel 2013 con il progetto “Meda città Cardioprotetta” e il posizionamento di circa 38 DAE in tutta Meda ha reso la nostra città tra le più sicure e avanzate in Italia e in Eurropa garantendo la presenza di un DAE ogni 619 abitanti. L’obiettivo che oggi l’Associazione si pone è quello di implementare la rete di DAE disponibili e acccssibili ad ogni ora del giorno perché localizzati all'aperto e di formare il più possibile i cittadini all'utilizzo delle apparecchiature.

Il progetto viene presentato confidando che la cittadinanza comprenda la necessità e l'utilità di qualito proposto dalla nostra Associazione.

Stima approssimativa dei costi

Il costo per il posizionamento di tre apparecchiature, considerato che dovranno essere necessariamente custodite con particolare attenzione (periodo invernale con alimcntazione elettrica e eventualmente, dotazione di schede SlM per collegamenti con  le centrali del soccorso) può essere stimato in circa 12.000,00 (dodicimila/00) e in circa 3.000,00 (euro tremila/00) il progetto di formazione con l'intervento in parte di volontari e in parte di personale stipendiato qualificato.

Sottoscrivi questo progetto

Tutti i campi contrassegnati da (*) devono essere compilati .
torna all'inizio del contenuto